Archives for


Le mostre di Penelope a Venezia per La 57. Biennale D’Arte

 

Portali di stelle infiniti appese ai muri, realtà impossibili che si rendono possibili grazie a giochi di vetri e luci speciali. I nuovi quadri di Penelope, gli Star Gates, sfondano le pareti, aprendo dei varchi e delle porte verso l’infintito.
Il sogno dell’artista era avere una finestra sull’Universo, ed ecco che dopo lunghi mesi di studi e ricerche, confronto con scienziati e tecnici specializzati è arrivata a portarli a Venezia, selezionata dalla stessa Biennale d’Arte e invitata al Padiglione della Repubblica di San Marino come artista estera che dialoga con l’arte del progetto Friendship Project, curato da Vincenzo Sanfo.

La nuova serie di opere dialogherà con la serie dei Symbolon, pietre spaccate che contengono finestre di Universo. Ricomposte ritornano ad essere pietre naturali, ma una volta aperte mostrano il contenuto di costellazioni e nebulose.

L’esposizione continua anche alll’Hotel Danieli, a San Marco, dove l’artista porta le opere a interagire con un ambiente tra i più classici, creando un dialogo tra l’antico e il contemporaneo. Gli Star Gate si troveranno tra colonne secolari e anche dentro a un meraviglioso camino sormontato da sculture di marmo.

Le opere si trovano esposte anche all’interno di Palazzo Grifalconi Loredan, per una mostra curata e voluta da Vittorio Sgarbi. La visita guidata escluderà in questa data tale location espositiva, che rimane comunque accessibile e aperta al pubblico fino al 16 giungo 2017.

—–

Ecco i luoghi, tutti a Venezia:

– Biennale d’Arte di Venezia, Padiglione della Repubblica di San Marino “Friendship Project” curata da Vincenzo Sanfo (Fondamenta Nani 947, Dorsoduro, Venezia)
Dall’11 Maggio al 26 Giugno 2017

– Hotel Danieli, San Marco
(Castello, 4196)
Dal 12 Maggio al 26 Giugno 2017

– “Pro Biennale” curata da Vittorio Sgarbi (Palazzo Grifalconi Loredan, Calle della Testa 6359)
Dall’8 Maggio al 16 Giugno 2017

Mostra PRO BIENNALE, presentata da Vittorio Sgarbi

Prenotazione visite guidate di AVATAR al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna

L’artista realizzerà diverse visite guidate durante il periodo espositivo.

Chi sarà interessato potrà partecipare per conoscere
la genesi delle opere, il pensiero dell’artista e la poetica
che sostiene le opere.

I prossimi e ultimi incontri saranno: 

 Sabato 14 Maggio alle 16.30

 Domenica 15 Maggio alle 16.30
gratis

Posti limitati

Banner

 

INVITO MuMu Normale Fronte_w-01-01

Perché esiste la musica?

Cosa l’ha portata dentro di noi?

Quali sono le sue origini?

Penelope indaga uno degli argomenti più affascinanti
e misteriosi di tutti i tempi. 

Sin dalle origini dell’uomo,
sin dalle origini dell’Universo,
la Musica ha avuto un ruolo fondamentale
per la Creazione.

Una ricerca scientifica, filosofica
e storica
che sfocerà nella realizzazione di un
LIBRO D’ARTISTA 
e di OPERE D’ARTE 
site-specific 
per il meraviglioso e incantato
MUSEO DELLA MUSICA di Bologna.

La mostra rimarrà aperta fino al 15 Maggio 2016

Personale al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna

Banner

INVITO MuMu Normale Retro_w

INVITO MuMu Normale Fronte_w-01-01

Perché esiste la musica?

Cosa l’ha portata dentro di noi?

Quali sono le sue origini?

Penelope indaga uno degli argomenti più affascinanti
e misteriosi di tutti i tempi. 

Sin dalle origini dell’uomo,
sin dalle origini dell’Universo,
la Musica ha avuto un ruolo fondamentale
per la Creazione.

Una ricerca scientifica, filosofica
e storica
che sfocerà nella realizzazione di un
LIBRO D’ARTISTA 
e di OPERE D’ARTE 
site-specific 
per il meraviglioso e incantato
MUSEO DELLA MUSICA di Bologna.

Inaugurazione aperta al pubblico
15 Aprile 2016 ore 19

La mostra rimarrà aperta fino al 15 Maggio 2016

L’artista realizzerà diverse visite guidate durante il periodo espositivo.

———————

Il prossimo incontro sarà il 23 Aprile alle 16.30
previa prenotazione
scrivendo a art@penelopearts.com e indicando nominativi e numero dei partecipanti.

Posti limitati

Le opere del Danieli alla Rocca di Cento

Foto Rocca

Le opere della mostra “Forgotten Spaces. All That is Left Behind”
sono state ospitate nella meravigliosa cornice della Rocca di Cento (Ferrrara).

In occasione delle due notti in sostegno per la ricostruzione del Teatro Borgatti
colpito dal terremoto, l’artista ha portato i partecipanti in giro per le opere
che sono state esposte all’Hotel Danieli di Venezia per la Biennale d’Arte.

Mostra conclusa il 25 Ottobre 2015

Video

Vedi l’affascinante video dove l’artista racconta la mostra e le opere.

Video artist: Cinzia Battistini
www.expoyes.com

Opere della serie “Forgotten Spaces”

Le fotografie di questa serie sono state scattate per la mostra Forgotten Spaces, All That is Left Behind ospitata presso l’Hotel Danieli di Venezia dal 25 luglio al 9 settembre 2015.

Per la maggior parte delle opere sono disponibili anche le immagini della loro installazione
all’interno degli spazi dell’Hotel Danieli.

 

 

“Tutto è accaduto come se il pensiero, smarrito fra i problemi della vita, avesse lasciato delle coordinate per essere ritrovato”

Tutto è accaduto come se il pensiero, smarrito fra i problemi della vita, avesse lasciato delle coordinate per essere ritrovato_low

IMG_7456

Anno: 2015
Dimensioni: 194,5x120cm
Stampa fotografica su tela applicata su legno


“Iperuranio – Portale ex Manifattura Tabacchi”

Portale Manifattura_low(1)

IMG_7512

 

Anno: 2015
Dimensioni: 80x53cm
Stampa fotografica su materiale polimerico


“I Secoli nei Passi – Il pavimento ha fatto nascere una scala”

IMG_2758_low(1)

IMG_7503

Anno: 2015
Dimensioni: 225x150cm
Stampa fotografica su alluminio


“Anima Mundi – Cattedrale di Vetro”

Cattedrale di vetro long low

IMG_7483

Anno: 2015
Dimensioni: Sx 75,25×129,35cm – Centro 177×129,35cm – Dx 75,29×129,35cm
Stampe fotografiche su alluminio (diviso in tre parti)


“Cattedrale di Vetro”

35 - Cattedrale di Vetrolow

IMG_7225

Anno: 2015
Dimensioni: 100x36cm
Retro-stampa su plexiglass


“Stellae”

25 - Stellaelow

 Anno: 2015
Dimensioni: 60x69cm
Retro-stampa su plexiglass


“Gli Alchimisti”

Gli Alchimisti (foto)

 

IMG_7515

Anno: 2015
Dimensioni: 150x53cm
Stampa fotografica su alluminio


“La Scoperta della Pietra Filosofale”

Clausura sguardo_low(1)

IMG_7508_low

Anno: 2015
Dimensioni: 80x53cm
Stampa fotografica su alluminio


“Passiamo di Fianco ai Segreti Tutti i Giorni”

IMG_4650_low

 Anno: 2015
Dimensioni: 194,5x120cm
Tecnica mista su tela applicata su legno


“Cosa è Rimasto in Attesa – Ex Manifattura Tabacchi”

Ex Manifattura Tabacchi bn_low

 Anno: 2015
Dimensioni: 184,5x67cm
Stampa fotografica su alluminio


“Athanor – Il forno del fuoco immortale”

37 - Athanor - Il forno del fuoco immortale_low

 Anno: 2015
Dimensioni: 80x53cm
Stampa fotografica su alluminio


“Labirinto – Ciò che l’occhio non vede – La porta blu in fondo”

38 - Labirinto - Ciò che l'occhio non vede - la porta blu in fondo_low

IMG_7493

Anno: 2015
Dimensioni: 90x60cm
Stampa fotografica su alluminio


“Noi non si sa. Ma loro sanno. Sanno le pietre. Anche gli alberi sanno. E si ricordano”

41 - Noi non si sa...low

 Anno: 2015
Dimensioni: 90x60cm
Stampa fotografica su alluminio


“Opus Alchimycum – ex forni Giuman”

50 - Opus Alchimycum - ex forni Giuman_low

 

 Anno: 2015
Dimensioni: 90x56cm
Stampa fotografica su tessuto applicata su legno


“Cinnabar – The Blood of the Dragon – Tetto ex fornace Giuman”

52 - Cinnabar - The Blood of the Dragon - Tetto ex fornace Giuman

IMG_7487

 

Anno: 2015
Dimensioni: 90x56cm
Stampa fotografica su tessuto applicata su legno


“Sulphur”

13. SulphurlowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Metalla”

Metalla(1)Anno: 2015 – Fotografia digitale


“Terra”

17 - TerralowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Meteor”

18 - MeteorlowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Angeli e Bestie”

12 - Angeli e BestielowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Plantae”

15 - PlantaelowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Aer”

16 - AerlowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“La Scala dei Saggi”

23 - La Scala dei SaggilowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Lapides”

29 - LapideslowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Il Sole è omologo al cuore”

28 - Campanile Santa Caterina di Mazzorbolow Anno: 2015 – Fotografia digitale


“Aries”

27 - ArieslowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Ignis”

42 - IgnislowAnno: 2015 – Fotografia digitale


“Symbola Aurea Mensae”

45 - Symbola Aurea Mensaelow Anno: 2015 – Fotografia digitale


“Passaggio”

IMG_5972_low_Anno: 2015 – Fotografia digitale


“Ex fornace Giuman”

Ex fornace Giuman_saturato_low_Anno: 2015 – Fotografia digitale

Opere della serie “Forgotten Spaces”

I dipinti di questa serie sono stati creati per la mostra Forgotten Spaces, All That is Left Behind
ospitata presso l’Hotel Danieli di Venezia dal 25 luglio al 9 settembre 2015.

Per la maggior parte delle opere sono disponibili anche le immagini della loro installazione
all’interno degli spazi dell’Hotel Danieli.

“Symbolon I – Sinapsi”

Symbolon I webIMG_7433

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 17x18cm
Tecnica mista su pietra


“Symbolon II – Galassia”

Symbolon II web

IMG_7438

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 18x15cm
Tecnica mista su pietra


“Gli Alchimisti”

1 - Gli Alchimisti dipintolow

 

IMG_7471

Anno: 2015
Dimensioni: 184,5x67cm
Tecnica mista su tela applicata su legno


“Cosa è Rimasto in Attesa – Ex Manifattura Tabacchi”

3 - Ex Manifattura Tabacchi dipinto low

Anno: 2015
Dimensioni: 185,5x67cm
Tecnica mista su tela applicata su legno


“I Mercanti di Giada”

I mercanti di Giada_fronte_lowI mercanti di Giada_retro_low

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 90x26cm
Tecnica mista su briccola


“Kore Kosmou”

kore kosmou web

 

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 78,5x13x11cm
Tecnica mista su legno


“Tutto è accaduto come se il pensiero, smarrito fra i problemi della vita, avesse lasciato delle coordinate per essere ritrovato”

Tutto è...dipinto low

IMG_7453

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 36x20cm
Tecnica mista su ardesia


“Mercurio”

Mercurio low

IMG_7456

Anno: 2015
Dimensioni: 150,8x50cm
Tecnica mista su specchio


“L’Opera al Bianco”

Opera bianco low

IMG_7495

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 36x17cm
Tecnica mista su pietra


“Il Giardino Filosofico”

Il Giardino Filosofico web

IMG_7492

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 40×10,5cm
Tecnica mista su corteccia


“Phoenix”

Phoenix web

Anno: 2015
Dimensioni: Misure irregolari, appros. 40x20cm
Tecnica mista su ardesia


 “Adhara”

10 - Adhara_low

Adhara in place

 Anno: 2015
Dimensioni: Diametro 30cm
Tecnica mista su disco in vinile


“Molte Storie per una Storia”

11 - Conchiglia_lowIMG_7518

Anno: 2015
Dimensioni: Diametro 30cm
Tecnica mista su disco in vinile

Installazioni della serie “Forgotten Spaces”

L’universo dietro le porte

IMG_7442

IMG_7444

IMG_7446

Anno: 2015
Installazione site-specific nel camino del lounge di Palazzo Dandolo, Hotel Danieli, Venezia
Porta antica e stampa fotografica


Universi sospesi

IMG_7461

IMG_7472

IMG_7394

Anno: 2015
Dimensioni: Variabili
Installazione site-specific per Hotel Danieli
Sfere di vetro soffiato di Murano e materiali vari


Vite volanti

IMG_7397

Anno: 2010
Dimensioni: Diametro 27cm
Semi di tarassaco e sfera di vetro

Inaugurazione di “Forgotten Spaces”

La personale fotografica e pittorica di Penelope è stata inaugurata con due eventi speciali.

Giovedì 23 luglio 2015 presso l’Hotel Danieli di Venezia la serata di preview ha accolto ospiti d’eccezione per un itinerario speciale all’insegna dell’arte e dell’alta cucina.

Sabato 25 luglio 2015 l’apertura al pubblico ha visto Penelope in veste di guida, mentre raccontava i retroscena delle opere, lungo il percorso dell’esposizione.

IMG_6633 copyIMG_6691 copyIMG_6516 copyIMG_7461 copyIMG_6739 copyIMG_6917 copyIMG_6936 copyIMG_6734 copyIMG_7373 copyIMG_7148 copyIMG_7310 copy

 

“Forgotten Spaces – All That is Left Behind” Venezia, Hotel Danieli

Penelope sta lavorando a diversi progetti molto importanti.

LogoForgottenSpaces

 

 

FORGOTTEN SPACES
All That Is Left Behind
Hotel Danieli, Venezia

 

Dal 23 Luglio al 12 settembre 2015

FORGOTTEN SPACES All That Is Left Behind è un’avventura alla ricerca di luoghi nascosti di Venezia e a caccia di immagini inedite di una città che è luogo di transito di molti ma percorso segreto di pochi. Un viaggio insolito di scoperta, ma anche un documentario da…documentare ad ogni passo.

L’artista esplorerà la città alla ricerca di spazi e oggetti rimasti celati alla vista dei milioni di visitatori che regolarmente fotografano Venezia; spazi e oggetti protetti e coperti dalla particolare conformazione labirintica delle strade del centro. Il percorso di Penelope verrà testimoniato interamente da video e fotografie che diventeranno parte integrante della mostra. Il documentario e le immagini illustreranno il viaggio alla ricerca di stanze, giardini, cortili, soffitte e cantine rimasti chiusi e abbandonati nel corso dei secoli.
Le fotografie documentative saranno esposte e utilizzate come base per la creazione di opere pittoriche e/o naturali.
Forgotten Spaces diventerà anche un libro e un video.

Lounge, Hotel Danieli, Venezia
Sopra: Lounge, Hotel Danieli, Venezia


Sopra: Terrazza, Hotel Danieli, Venezia

La mostra presso l'Hotel Danieli verrà presentata durante il periodo della Biennale d'Arte 2015
La mostra presso l’Hotel Danieli verrà presentata durante il periodo della Biennale d’Arte 2015

Perché FORGOTTEN SPACES?
Venezia è fatta di labirinti interni ai palazzi. Siamo davvero sicuri che i muri che dividono le stanze delle case siano condivisi da luoghi completamente abitati? E se oltre quelle pareti ci fosse una stanza dimenticata da più 300 anni…Cosa ci sarebbe? Quali oggetti sarebbero rimasti in attesa?
È sicuramente possibile che da una generazione all’altra si sia persa la proprietà di una casa, che piano piano sarebbe divenuta terra di nessuno! Possibile che qualcuno abbia murato una stanza per nascondere segreti mai rivelati. Possibile anche che quelle stanze contengano oggetti che mai saranno scoperti. Quante stanze di questa natura saranno sparse per una città come Venezia, totalmente labirintica in ogni sua conformazione? Prendendo le mappe catastali dei palazzi storici di Venezia chissà quanti “buchi neri”, quanti misteri di cui nessuno si è accorto…persi come sempre nelle nostre piccole vite che vedono solo ciò che l’occhio è abituato a vedere.
E allora non ci chiediamo mai perché dietro certi muri non si senta mai alcun rumore…
E ancora: giardini segreti, fruibili solo da poche persone, osservabili da pochissimi occhi. E dimore storiche di cui le famiglie si sono dimenticate. Luoghi capaci di sorprendere coi loro stucchi dorati e le splendide decorazioni.
Quanti segreti è capace di contenere uno spazio che ormai è stato osservato e vissuto da milioni di persone? Quanto è ancora in grado di sorprendere una città che ha talmente tanti luoghi segreti che si potrebbe passare una vita a cercarli?

 

Shop

 
 
 
 
 
 
 
Per acquistare le opere di Penelope visita la sezione CONTATTI.
 
 
 
 
 
 
 

We Are All Made of Stardust

Istituto di Cultura di San Francisco
Mostra personale

01_Babylon_low

 

 

 

02 - Chamaeleon_low

 

 

 

 

03 - Cassiopeia_low

 

 

 

0_Corona Borealis_low

 

 

 

05 - Hercules_low

 

 

 

06 - Pegasus_low

 

 

 

07 - The Rise and Fall of Atlantis_low

 

 

 

08 - Andromeda_low

 

 

 

09 - Perseus_low

 

 

 

10_low

 

 

 

11_low

 

 

 

12_low

 

 

 

13_low

 

 

 

14_low

 

 

 

16_low

 

 

 

17_low

 

 

 

18_low

 

 

 

19_low

 

 

 

20_low

 

 

 

15_low

Penelope firma un nuovo contratto

La Geras-Tousignant Gallery è la nuova galleria scelta da Penelope, che durante il suo soggiorno per la mostra “We Are All Made of Stardust” ha deciso di lasciare la sua impronta nella meravigliosa San Francisco.

Contratto 

L’artista si è innamorata della magica e avvolgente atmosfera della città, e sta già programmando una nuova mostra con James Geras, il proprietario della galleria.
Lui stesso ha acquistato di impeto il disegno su sfera di vetro “Altair”, scelto dalla collezione della mostra.

Geras Gallery

“Siamo Tutti Polvere di Stelle” la nuova mostra personale di Penelope a San Francisco

Italian Cultural Institute of San Francisco, USA

Dal 15 gennaio al 10 Febbraio 2015

 814 Montgomery St, San Francisco, CA 94133

PUOI SCARICARE IL TUO INVITO OMAGGIO QUI

san-franciscob

Inaugurazione con l’artista: 30 gennaio, ore 18

 Sito internet dell’Istituto qui

IMG_2433lB

Dal 15 gennaio al 10 Febbraio Penelope porterà la magia delle stelle tra i muri dell’istituto.

 

Dopo importanti mostre a Miami, Florida e in Italia l’artista è stata chiamata dall’Istituto Italiano di San Francisco a creare un ponte tra l’America e l’Italia. I nuovi dipinti, creati appositamente per questa occasione, dipingono la città di San Francisco insieme alle più spettacolari vedute italiane. Il tutto realizzato con una tecnica che ha inventato l’artista, realizzata su materiali molto speciali: foglie di palma, legni portati dal mare, insegne pubblicitarie, dischi di vinile, specchi.

01_Babylon_low

I materiali usati dall’artista portano la natura e l’artificio ad incontrarsi. Questi oggetti ritrovati vivono di vita propria, e uniti all’opera che portano sulla propria pelle arrivano ad avere una vita estesa. I dipinti e i disegni realizzati su di essi richiamano le loro vite passate, in un dialogo che tocca il concettuale.

0_Corona Borealis_low

Il titolo della mostra, “Siamo tutti Polvere di Stelle”, infatti, è del tutto concettuale, visto che le opere non ritraggono il cielo stellato, e nemmeno esplosioni galattiche. Inventato per l’occasione dall’artista, il titolo richiama il Big Bang, l’esplosione da cui ogni singolo respiro del nostro pianeta ha preso vita. Concentrati nelle nostre vite quotidiane ci dimentichiamo spesso delle nostre origini. Si tratta in realtà della cosa più importante che ci rende gli esseri più speciali di questo Universo. Persi nei nostri percorsi e abitudini ci dimentichiamo che ogni cosa che abbiamo e facciamo dipende dalla Natura.

02_Chamaeleon_low

L’ecologia e la sostenibilità sono le problematiche più importanti sui cui Penelope concentra la sua attenzione. L’artista infatti si è sempre resa conto dell’importanza del ruolo che l’artista ricopre nella società. L’artista è un osservatore, che vive e prende parte al suo mondo e utilizza i suoi materiali e le sue idee per reinterpretare la realtà.

Contemporary Party 2015

Penelope è stata invitata da Unindustria a far parte della giuria del Premio artistico “Art is Work – Is Work Art?”

Corriere_sera_20150126_low

Nel 2015 nasce il Premio #ContemporaryYoung dei Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna: Art is Work – Is Work Art? L’arte è lavoro, il Lavoro è arte? La finalità del Premio è, infatti, di individuare l’opera di un under 40 tra gli artisti che espongono ad Artefiera, che attraverso la propria visione restituisca il concetto di lavoro interpretato in chiave artistica, indipendentemente dal soggetto o dalla tecnica. I Giovani Imprenditori acquisteranno l’opera vincitrice, che inaugurerà il fondo artistico di Unindustria Bologna.


Contemporary_Party 

Dicembre 2014 – Gennaio 2015

1

Penelope è invitata a partecipare alla mostra“Contemporanei per Definizione – La Giovane Arte del Territorio”, nella cornice dell’imponente Rocca di Cento (Ferrara).

3

Espone opere su materiali storici, su porte e travi antiche, per ricordare il recente disastro causato dal terremoto nella città di Cento.

 4

La nuova galleria di Miami

Penelope ha firmato un nuovo contratto con la prestigiosa galleria Artrageous Gallery, nel ricco quartiere di CoralGables, Miami, USA.

3

Le opere esposte parlano della Florida e dell’Italia, realizzate su materiali naturali.

 4

5

ARTRAGEOUS GALLERY

Village Of Merrick Park, 3rd Floor
358 San Lorenzo Avenue #3025
CoralGables, Florida 33146
info@artrageousgallery.com
305-461-9991

2

Opere della serie “La Storia Infinita”

“Auryn – La Storia Infinita”

Auryn - La Storia Infinita

“Auryn – La Storia Infinita”

Anno: 2014
Dimensioni: 30 x 53,5 cm (11.8”x21.1”)
Tecnica: Grafite su legno di un’antica casa bolognese andata distrutta

“L’Infanta Imperatrice”

L'Infanta Imperatrice

“L’Infanta Imperatrice”

(Piazza Maggiore)
Anno: 2014
Dimensioni: 59 x 9,5 cm (23.2”x3.7”)
Tecnica mista: Grafite, olio, acrilico su tavola di legno di un tetto antico

“Le Tre Porte Magiche”

Le tre Porte Magiche

“Le Tre Porte Magiche”

(Composizione fantasica della città di Bologna)
Anno: 2014
Dimensioni: 71,3 x 125 cm (28.1”x49.2”)
Tecnica mista: Grafite, pastello a olio e guazzo bianco su tavola di legno

 

“Fantàsia in pericolo – La Chiamata di Atreiu”

Fantàsia in Pericolo - La Chiamata di Atreiu

“Fantàsia in pericolo – La Chiamata di Atreiu”

(Veduta della città di Bologna dall’alto)
Anno: 2014
Dimensioni: 108 x 27cm (42.5”x10.6”)
Tecnica mista: Grafite, guazzo bianco, pastello a olio, nitro marker su legno portato dal Lago di Suviana

“Il Volo verso la Torre d’Avorio”

Il Volo verso la Torre d'Avorio

Dettaglio:

Il Volo verso la Torre d'Avorio (dettaglio)

“Il Volo verso la Torre d’Avorio”

(Veduta di Bologna con le mura – Tratto da A. Basoli, 1822)
Anno: 2014
Dimensioni: 232 x 18 cm (91.3”x7.1”)
Tecnica mista: Grafite e pastelli a olio su trave di tetto bolognese

“La Città degli Imperatori (Ardesia)”

La Città degli Imperatori (ardesia)

“La Città degli Imperatori (Ardesia)”

(Veduta fantas(t)ica di Rocchetta Mattei)
Anno: 2014
Dimensioni: 17 x 45,5 cm (6.7”x17.9”)
Tecnica mista su scaglia di ardesia

“La Città degli Imperatori (Legno)”

La Città degli Imperatori

“La Città degli Imperatori (Legno)”

(Veduta fantas(t)ica di Rocchetta Mattei)
Anno: 2014
Dimensioni: 12 x 7 cm (4.7”x2.8”)
Tecnica: Grafite e olio su legno portato dal Lago di Suviana (Bo)

“Le Acque della Vita”

Le Acque della Vita

“Le Acque della Vita”

(“Chalet del Laghetto”, Giardini Margherita, Bologna, non più esistente)
Anno: 2014
Dimensioni: 60 x 12 cm (23.6”x4.7”)
Tecnica mista su tavola di legno portata dal Lago di Suviana